.

La voce umana nella sua prima registrazione storica

La voce umana e il desiderio di poterla risentire

voce umana

Gli anni scorrono e la voce umana accompagnata dai nostri suoni cantati fortunatamente ha contaminato velocemente questo bellissimo pianeta.
 Oggi vorrei portarti indietro nel tempo con questo breve racconto storico. 
La prima registrazione della voce umana, ha come datazione 9 Aprile del 1860. 
In questa registrazione audio la cui durata è di circa dieci secondi, una bambina accenna cantando una filastrocca di origine francese dal titolo "Au clair de la lune".

Come è arrivata a noi questa registrazione?

Tutto parte dalla scoperta di un certo Édouard-Léon Scott de Martinville che proprio in quegli anni inventò il fonautografo, uno strumento costituito da un megafono racchiuso in una membrana che, vibrando grazie al suono, la voce umana innescava un movimento verso una setola di maiale, che a sua volta tracciava le onde prodotte su foglio di carta affumicata. 
Geniale vero?

Thomas Alva Edison

Ancora più geniale è il team di ricerca americano capitanato da David Giovannoni, il quale è riuscito a distanza di molti anni, a convertire quel tracciato su carta in audio digitale. 
Sicuramente come sentirete nel video qui di seguito la qualità dell'audio non è delle migliori, ma è sufficiente per comprendere la bellezza di una voce chiara e giovane come quella della figlia dell'inventore. 
Di questa bellissima storia purtroppo l'inventore Édouard-Léon Scott de Martinville non riuscì ascoltare il suo capolavoro, in quanto il suo strumento poteva solo tracciare su carta le vibrazioni ma non riprodurle. 
Lo strumento per riprodurre in audio qualsiasi tipo di suono registrato, fu inventato diciassette anni più tardi da Thomas Alva Edison il quale costruì il primo fonografo. Oggi ringrazio Édouard-Léon Scott de Martinville per avermi donato la bellezza di una voce umana registrata moltissimi anni fa. 
Ascoltando questi frammenti mi sembra di poter toccare con mano e di udire il periodo lucente di quegli anni, quando tutto era vissuto e assaporato. Spero che con questo articolo tu possa vivere come me la bellezza del viaggio nel tempo, un mezzo che ci permette quotidianamente di sognare e di far rivivere i nostri ricordi...

Ascolta grazie a questi video di repertorio l'esperimento riguardante sia il fonoautografo che il fonografo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio