Le lezioni di canto stile Fast Food

Lezioni di canto, un futuro che assomiglia al fast food

lezioni di canto stile fast food_1

Mordi e fuggi, un susseguirsi di elementi capaci di trasformare le tue incapacità canore in miracoli con pochissime lezioni.
 
Una sorta di viaggio a Lourdes per ottenere il miracolo tanto atteso, un 3x2 per avere a portata di mano il desiderato e tanto atteso suono, quello che solo in pochi ed eletti posso consegnarti.
 Eccoci di fronte al panorama quotidiano della didattica del canto, un susseguirsi di nozioni veloci, fai da te con annesse pozioni magiche, uniche e assolute dove tutto accade quasi per magia sotto le mani di guru indiscussi.

Mah...rifletto, e mi chiedo ma cosa serva a studiare così tanto...

Tu che mi leggi devo dirti che qui le cose si fanno complicate, anzi devo dirti assolutamente impossibili da comprendere, secondo un mio vivere di canto. 

Il sottoscritto ancora oggi dopo circa 35 anni di attività, vive immerso nello studio e nel cercare di comprendere l’arte del canto. Sarò mica il solito tonto di turno che non ha capito nulla di come funziona il mondo del canto?

Retrò oppure fast food?

Qualcuno mi dice che sono retrò, che non vedo come si procede o ancor di più come si cammina nel mondo del "canto moderno futuristico". Probabile che sia così, non vedo, non sento e non parlo. Quello che posso dire che combatto ogni giorno, perché credo nell’arte del canto, fatta prima di tutto di sacrifici e non d'illusioni. La nascita di due progetti che vivono in simbiosi come Siing e Siing Magazine, sono gli strumenti che mi permettono di rimanere ancorato al sapere di non sapere, alla bellezza di una condivisione e del portare un messaggio del canto sotto altri punti di vista, quali la dedizione, la ricerca e come detto prima la condivisione. Spero di mantenere la mia coerenza viva come la sento oggi, chiara e oggettiva.
 Ho voglia di portare avanti una campagna fatta di alimenti canori a Km. 0, cercando di portare alla luce strumenti che servano a salvaguardare questo strumento artistico. Probabilmente il fast food ci sarà sempre, ma quello che ho deciso di fare è combattere per mantenere vivo il principio dell’alimentazione canora sana, lenta e passionale.  Il mondo del grande boh si sta avvicinando e noi lo combattiamo cantando!!!


Ti lascio qui di seguito un altro articolo interessante riguardante le lezioni di canto...

Lezioni di canto online: una moda che non rispecchia la realtà.

5 Commenti

  1. Carissimo Albert, in una società dove siamo sempre più lontani da noi stessi e ogni cosa ci spinge a tutta forza all’esterioritá, io rimango saldamente ancorata a ciò che SENTO e di cui sono fatta e cerco di trasferire questo DESIDERIO a chi sceglie di fidarsi di me. Sono stata benedetta perché molte di queste creature sono in un’età che ancora riconosce la Meraviglia e condividere con loro è ossigeno per entrambe le parti. Sana Evoluzione. Anche ne restassero solo due al mondo con questo Desiderio vale tutta la nostra storia, tutto il nostro divenire, tutto il nostro impegno. Quindi sono pienamente concorde con te!
    Ti abbraccio forte e ti auguro ogni Bellezza!
    Silvia

  2. Ciao Maestro
    Posso dire che per quanto mi riguarda abbiamo fatto di necessità virtù.. Sicuramente ci sono tecnologie super avanzate in grado di migliorare le lezioni online
    Io comunque, ed è solo un parere personale preferisco in presenza…..del resto scrivo ancora lettere amanuensi… ☺

  3. Caro Albert, grande maestro, grazie di questa tua profonda e attenta riflessione. Viviamo in un mondo in cui tutto è fast, tutto è possibile…invece no il canto è altro, l’Arte è altro, e lo studio continuo, la ricerca, ma soprattutto la condivisione, ritengo siano gli unici strumenti in grado di mantenere integra e sana questa forma sublime di comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio