The Human Beat Singing: la voce percussiva che guarda oltre il ritmo

Ciao a tutti,sono Marco “4g1” Forgione e accolgo con grande piacere l’invito dell’amico Albert Hera ad occuparmi di questa rubrica dedicata alla voce vista nella sua dimensione ritmica.

Il titolo “The Human Beat Singing”, emerso durante una chiacchierata proprio con Albert, mi ha subito convinto perché rappresenta perfettamente il contenuto di questo spazio.

Lo “human beat singing” include sicuramente la capacità di riprodurre ritmi con la voce imitando principalmente le sonorità di batteria e percussioni (parliamo quindi di human beat box e vocal percussion) ma non vuole limitarsi a questo. 

E’ da più di 10 anni che sono entrato in contatto con questo affascinante mondo che mi piace definire “Voce percussiva” e, nel tempo, cercando sempre di creare un ponte fra il beatbox e la voce cantata, ho potuto constatare i benefici che le due discipline si scambiano reciprocamente: una maggiore consapevolezza ritmica e un utilizzo della voce più “consonantico” possono aprire nuovi scenari nella voce cantata e, allo stesso tempo, le basi tecniche acquisite nello studio del canto possono essere di grande aiuto nell’affrontare le tecniche percussivo-vocali.

Come ultimo aspetto, ma non meno importante, mi piacerebbe analizzare, qui insieme a voi, come la voce ritmica possa supportare e stimolare la musicalità e la creatività di un cantante (ma non solo).

Si tratta di un argomento ampio e in continuo fermento…se vorrete mi troverete qui per scoprirlo insieme.

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio