Siing Magazine Volume 3 in uscita il 28 Agosto 2021

Una frase celebre che piace a Siing Magazine:

“Bisogna avere assoluto rispetto per i libri: sono cibo per la mente, forza che sorregge ogni arto, storie ogni volta irripetibili.” 

Gino Centofante

Siamo giunti al terzo numero di Siing Magazine, e data la simbologia che risiede dietro al numero tre, da sempre considerato magico, e ancor di più divino, quindi capace di superare l’unitarismo e il dualismo per protendere all’integrazione, non potevamo non dare forza tematica al principio dell’uguaglianza e al rispetto dei generi.
Un argomento, questo, che mi sta a cuore trattare, specie in un’epoca come la nostra dove, purtroppo, la diversità è delle volte issata come uno stendardo, un aspetto di rivalsa verso l’altro e che capita di far addirittura paura.
Eppure non si può parlare di diversità nel corpo e nella voce quando ci si addentra nel campo dell’arte, poiché questa tratta il diverso come fattore di autenticità. Ognuno di noi è unico, ma non per questo diverso. La voce di ogni essere umano è emessa da un organo incredibile come le corde vocali.

Un vero e proprio strumento musicale le cui corde non sono uguali tra loro ma nemmeno diverse. Sono simili. Ed è di similitudine che bisogna tornare a parlare: una parola spesso dimenticata o eclissata dal nostro vocabolario.
La parola diverso deriva dal latino divertere, ossia deviare, quindi volgere altrove. Per tale ragione questa parola, anche applicata nel campo artistico e, in questo caso, canoro, non può che dividere.
In matematica, il Diagramma di Venn è quel tipo di diagramma che prende due cerchi, A e B, e che intersecati ne creano un terzo (C): due cerchi che si uniscono, quindi, e che sono in grado di creare attraverso un altro cerchio, un insieme, e l’insieme è ciò che unisce le diversità e crea la similitudine. Non potremmo mai crescere se nella parola “diversità” rimane insito il concetto di emarginazione, di esclusione. Per questo dobbiamo smetterla di integrare e iniziare a inter-agire. Soltanto interagendo con l’altro, e quindi mettendo tutto sullo stesso piano, possiamo sconfiggere il neo della diversità, riformulare quindi un linguaggio nuovo, un canto nuovo, sano, libero che somiglia al grande canto cantato da tutti gli uomini della terra, il canto dell’umanità.

siing magazine diverso

Sapete che Siing Magazine ha questo valore di portare alla luce non solo il bello ma la bellezza che c’è dietro il bello. E la bellezza della voce sta nella bellezza della similitudine. Mettere, in ogni numero, sullo stesso piano ogni artista o esperto, seppur ognuno con i propri e personali interventi, è il chiaro presupposto che in questa creazione che andiamo facendo di un archivio vasto e sconfinato, non ci sarà mai una voce che predomina, né tantomeno un lettore più trascurato rispetto ad un altro. Ogni parola è messa sullo stesso piano e ha la stessa importanza. Lascio a voi l’avventura di scoprire cosa vi riserva questo nuovo numero di Siing Magazine.
E ricordatevi: ogni canto è simile, mai uguale e mai diverso.

Un commento

  1. Il concetto di Inter-Azione è la massima espressione della con-sider-azione dell’altro: è l’attivarsi in modo convergente e valorizzante l’individualità di ciascuno, per con-sentirsi in quel terzo “cerchio” dallo sguardo universale all’Umano.
    Grazie Albert

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio