ARTISTI

Ana Maria Pinto utilizza il canto lirico come forma di protesta

Ana Maria Pinto: Canto la mia libertà

Ottobre 2012, Portogallo
Ana Maria Pinto cantante lirica portoghese, riesce a superare i controlli ed entrare all’interno della manifestazione in onore della repubblica portoghese indetta dal neo presidente.
Il suo scopo era protestare in modo pacifico contro l’austerità, i severi tagli ai bilanci e all’aumento delle tasse.

La cosa che ha spiazzato tutto l’establishment politico  è stata la sua modalità di protesta, un semplice canto, un voler richiamare  all’attenzione senza urla, senza rumore. Da quel giorno Ana è diventata un modello di protesta pacifica, strategicamente fuori dai canoni di manifestazione.
In questi giorni forse bisognerebbe pensare di poter adottare nuovi sistemi di protesta, che possano farci riflettere su come affrontare il nostro futuro di artisti ma soprattutto di cittadini del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio