Raccontare la musica attraverso le immagini: il videoclip

Durante la pre-produzione del mio primo disco, in cui lavoravo agli arrangiamenti, ho iniziato ad abbracciare l’idea di scrivere e dirigere i video musicali dei miei brani.

Ho iniziato a sviluppare un linguaggio visivo dietro la canzone e al servizio della canzone, scrivendo le prime idee, lasciandole macinare per scartare quelle che si mostravano col tempo le più ingenue, scrivendo i primi Storyboard.

Ho scoperto una possibilità di rappresentazione del contenuto musicale della canzone attraverso un parallelismo visivo.

Ad oggi, è un breve percorso che ha già seminato diversi riconoscimenti, tra cui tra gli altri, la proiezione del mio video di esordio “Apri La Finestra” in un cinema a Toronto (CAN) all’interno dell’Experimental Dance and Music Festival (dec 2019) e lo stesso video finalista al prossimo Los Angeles Festival of Cinema (mar 2020).

In una sorta di domanda-risposta, alcune considerazioni.

Perchè il video musicale? Non basta la canzone, la voce, il testo a far parlare di sè?

L’aspetto principale è sempre la canzone. E’ il punto di partenza e anche il punto di approdo di ogni cosa: col il tempo ci si ricorda delle canzoni ,delle melodie, più che dei video.

Detto questo, la formula del videoclip è un mezzo che può amplificare il messaggio della canzone. L’importante è evitare di essere didascalici rispetto al testo, che parla già di per sè, e scegliere le immagini giuste.

Il video musicale è un mezzo per fare principalmente promozione?

E’ sicuramente un mezzo promozionale importante, ma non è questo il suo fine ultimo. Per quanto mi riguarda, parto prima dal contenuto. Se non ho idee che possano aggiungere qualcosa alla musica lascio stare di fare il videoclip.

Come è dirigere e produrre un proprio videoclip?

Assorbe tanto tempo ed energie. E’ molto faticoso.
Dirigere e produrre un video significa curare molteplici aspetti tra cui inizialmente:

  • la scelta delle giuste location per le riprese. Nel caso del video “Anime Leggere” ad esempio non è stato facile fare i sopralluoghi in montagna e con condizioni a volte proibitive.
  • la scrittura di uno storyboard che contenga la storia, scelte registiche, elenco degli oggetti/costumi di scena.
  • Successivamente arrivano le riprese, il montaggio, la fotografia.

Ti sei occupato anche delle riprese e del montaggio?

Ho seguito le riprese da una visione registica, quindi dando le indicazioni su scene e inquadrature.

Fisicamente non sono stato dietro la macchina da presa. perchè non sono un operatore e non ho le conoscenze tecniche delle attrezzature.

Ho lavorato quindi attraverso un confronto stretto con il videomaaker di turno, accettando anche indicazioni a riguardo. Questo aspetto è stato determinante al risultato finale.

Per il montaggio ho lasciato organizzare il materiale girato al videomaker, dando indicazioni alle vari bozze presentate.

LINK AL VIDEO  Anime Leggere

https://www.youtube.com/watch?v=ITzeRJVj7Jo

LINK AL VIDEO Apri La Finestra

https://www.youtube.com/watch?v=0NQgeWjCsvk

Link:

http://www.christianfrosio.com/

YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCk6paGDENXHAHIduZrSwI7g

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio